Giro del Demonio

gddblog
“Benvenuti all’Inferno” è lo slogan della più terribile delle Classiche del Nord, la Parigi-Roubaix.
Il Giro del Demonio non ce l’ha ancora, ma credo che non tarderà a trovarne uno.
Di cosa si tratta? Della fine, oltre il nulla, il percorso più Estremo che la Brianza conosca.
La Bestia umilierà gli spavaldi ed osannerà gli impavidi, questa terra di mezzo tra Milano e le Alpi metterà in discussione le tue capacità di Grimpeur. Lissolo, Colle Brianza, Montevecchia, Crezzo, senza dimenticare sua Maestà il Muro di Sormano.
Non c’è nulla di peggio di quei 2000 metri appesi alla montagna che una volta nella vita ogni ciclista vuole conquistare. Anche il grande Bartali portava rispetto per le sue pendenze, questo è quello che diceva:
“Davanti il 50 e il 42 dietro il 14,17,19,23,26, perché codesta glie è una salita da fare col 42×26 un si scappa. E’ durissimo il primo strappo, che si dovrà fare quasi da fermo perché viene dopo una curva a gomito. Saranno duri que 2 chilometri abbondanti che ci sono da scalare in quanto presentano curve secche con impennate paurose.”
Se il Muro sarà l’apoteosi, il resto non sarà da meno…
more info su Fb    
Appuntamento ogni terzo sabato di marzo, ma esiste anche la Private Edition…

Private edition #Rules

1 comunicare tramite mail o Social l’intenzione di affrontare il Giro del Demonio in versione “Private Edition”, questo per poter condividere la tua sfida in real-time con gli altri amici del GdD
2 scaricare la traccia utilizzando questo Link
3 raggiungere il punto di partenza, e seguire la traccia del percorso ufficiale
4 scattare più foto possibile per postarle sulla pagina del Giro del Demonio
5 a fine giro, se completato, inviare una mail all’indirizzo girodeldemonio@gmail.com con allegato il file gpx
6 una volta verificata la bontà della traccia, il Berretto/Brevetto sarà TUO!!
Nessun tipo di supporto, chi decide di partecipare lo fa in totale autonomia. L’unico consiglio che ci sentiamo di dare è quello di tenere ben presente che si tratta di una sfida lunga 200 chilometri con più di 4.500 metri di dislivello, la maggior parte delle salite con pendenze a due cifre.
Costo
Per noi non chiediamo nulla, vorremmo però che chi riceverà il Berretto/Brevetto donasse qualcosa ad un Onlus operante nella sua città, un modo come un altro per fare del bene a chi ne ha più bisogno.

Edizione Uno+Uno (2018)

L’edizione forse più devastante… Pioggia… nebbia… ed infine neve!

DSC_1581

DSC04514

DSC04524

DSC04525

DSC04518

Edizione Uno (2017)

003 LrCC-2591020 LrCC-2676064 LrCC-2900236 LrCC-3503

Edizione Zero (2016)

Lr CC-4774Lr CC-4869Lr CC-5713Lr CC-6299

foto by: Granciclismo

 

Annunci